Intervista ad Anna Russo, Presidente dell’associazione “La casa di tutti Filippo D’Alessio”

di Giulio Tammaro

Una nuova associazione popolare e culturale a Bagnoli e per Bagnoli. E’ questa la filosofia che sta alla base di: “La casa di tutti-Filippo D’Alessio”, la nuova realtà associativa che nei giorni scorsi si è presentata ai bagnolesi e che nel nome ha voluto ricordare il compianto Filippo D’Alessio, storico segretario scolastico presso l’Istituto Comprensivo “Michele Lenzi” di Bagnoli e recentemente scomparso dopo un lunga malattia. Le redini dell’associazione sono state affidate ad Anna Russo collega e “allieva” di Filippo D’Alessio, che in questa intervista ci illustra le ragioni e le finalità che hanno portato alla nascita di questo nuovo progetto associativo.  Alla neo presidente Anna Russo, ai componenti del direttivo e a tutti gli associati il Circolo socio-culturale Palazzo Tenta 39, porge i più sentiti auguri di buon lavoro.


Perché avete sentito la necessità di dar vita ad una nuova associazione culturale a Bagnoli?

Più che necessità , lo riteniamo un bisogno. La frase sempre più corrente è : “ In questo paese non c’è niente, non si organizza niente, sta finendo tutto”. I promotori dell’associazione “ La casa di tutti – Filippo D’Alessio” vogliono dar vita ad un luogo di riflessione, di elaborazione e di confronto, offrire al paese un’occasione di impegno e partecipazione, invitano tutti ad essere disponibili e protagonisti per il miglioramento della vita sociale, la realizzazione di progetti che sicuramente ciascuno di noi ha per il proprio paese, “La casa di tutti” offre sostegno e aiuto per la realizzazione di questi “sogni” a lungo custoditi, con l’auspicio di sensibilizzare gli animi ad impegnare il proprio tempo e le proprie energie per il bene comune.

Quali ragioni vi hanno spinto a dedicare l’associazione al compianto Filippo D’Alessio recentemente scomparso?

“La casa di tutti” nasce dal ricordo di una persona cara: Filippo D’Alessio, che ha sempre messo a disposizione il proprio tempo e la propria abitazione privata per accogliere le urgenze e le problematiche di molte persone che spesso erano solite rivolgersi a Lui. Filippo non ha mai lesinato consigli a nessuno lo ha fatto in maniera disinteressata e gratuita, l’Associazione intende continuare a mostrare verso tutti e con gli stessi presupposti, la propria disponibilità e il proprio impegno per perorare le giuste cause.

Quali sono gli obiettivi che intende raggiungere la nuova associazione? E quali sono invece le prime iniziative che avete in programma?

Sicuramente la promozione, la valorizzazione di proposte culturali e sociali del territorio, la valorizzazione di modelli di socialità che dalle tradizioni popolari articolano nella complessa società contemporanea. “La casa di tutti – Filippo D’Alessio” si prefigge di operare in più campi: sportivo, ricreativo, culturale, promozione turistica e assistenzialismo per l’esclusivo soddisfacimento degli interessi collettivi. In programma, a breve, sono previsti corsi, tornei e momenti di aggregazione.

Come intendete relazionarvi con gli enti e le associazioni presenti sul territorio?

L’associazione è disponibile al confronto e al dialogo, presta particolare attenzione all’ascolto di problematiche e richieste da parte degli Enti e della collettività, offre collaborazione e valido supporto, partecipa attivamente e concretamente alla vita sociale, garantisce un punto di riferimento efficiente. E’ mia intenzione organizzare a stretto giro di tempo, un incontro con tutti i presidenti delle associazioni già presenti sul territorio proponendo una valida e costruttiva collaborazione tra tutti nell’interesse unico della vita sociale del paese.

In conclusione vuol fare un appello ai bagnolesi e dargli un buon motivo per tesserarsi a questa nuova realtà associativa?

I bagnolesi, da sempre, sanno benissimo cosa vogliono: fatti e certezze, la convinzione che qualcosa o qualcuno possa” muoversi” in maniera tangibile, per il bene del paese e delle future generazioni. A mio avviso, i Bagnolesi vantano giuste pretese, e l’associazione “La casa di tutti – Filippo D’Alessio” si è costituita appositamente per offrire tutto questo, chiaramente con l’aiuto, i consigli e la partecipazione di tutti. E’ tempo per noi di essere protagonisti attivi per la rinascita della vita sociale del nostro paese, insieme pianteremo “un seme” che possa portare frutti di conoscenza e amore per la propria terra e le proprie tradizioni alle future generazioni.

Giulio Tammaro

(da Fuori dalla Rete, Settembre 2018, anno XII, n. 5)


LE FOTO ALLA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA  ASSOCIAZIONE

fonte Fuori dalla Rete, Settembre 2018, anno XII, n. 5
Commenti

Ti invitiamo a reastare in tema, essere costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Palazzo Tenta 39 si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.