Odiami

La poesia di Luciano Arciuolo

Persino l’arrivo di un ospite antipatico ci spinge a guardare se il salotto di casa è a posto. All’arrivo di un figlio ci si guarda intorno e ci si chiede che mondo lo aspetta, e se abbiamo fatto il possibile per renderlo più accogliente.

“Odiami” (pubblicata nel 2010) ha compiuto trent’anni ed era uno sguardo desolato sul mondo di allora. E trent’anni dopo?

Beh, pensiamoci: per permettere al 10% della popolazione mondiale di disporre del 99% delle ricchezze, abbiamo distrutto un pianeta.

Nell’Oceano Pacifico  è possibile incrociare un’isola, fatta di rifiuti di plastica, grande quanto tre volte la Francia.

Abbiamo tutti negli occhi le immagini dell’orso polare spelacchiato alla ricerca del suo ghiaccio, o del piccolo Aylan addormentato per sempre su una spiaggia turca.

Eppure negli anni ’80 ci sembrava di aver toccato il fondo. Basta pensare che, in Italia, il debito pubblico (quello che ha rubato il futuro dei nostri giovani) passò dal 58% del Prodotto Interno Lordo del 1980, al 124% del 1990 (sarebbe interessante spiegare ai giovani chi ha governato in quegli anni …).

Insomma: ai nostri figli abbiamo lasciato un mondo terribile, da incubo. E non ci può essere alibi per nessuno di noi, in questa situazione.

ODIAMI

*****

Figlio

se veramente

questo mondo

non dovesse cambiare

se davvero diventasse

pestilenziale e rovente

budello

non credermi

quando dirò

d’aver dato l’anima

per evitarlo.

Odiami.

Odia questa génia

di yuppies

razzisti egoisti

sacrileghi inquinatori.

Odiaci figlio

e lasciaci affogare

nel nostro rimorso.

**********

Luciano Arciuolo

(da Fuori dalla Rete, Maggio 2018, anno XII, n. 3)

fonte Fuori dalla Rete, Maggio 2018, anno XII, n. 3
Potrebbe piacerti anche

di Luciano Arciuolo

Amore

di Angelica Pallante

La pace

La poesia di Luciano Arciuolo

Dopo la festa

Commenti

Ti invitiamo a reastare in tema, essere costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Palazzo Tenta 39 si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.