Terremoto dell’Irpinia: la medaglia commemorativa dell’artista bagnolese Patroni

Sisma '80

A ricordo del terremoto dell’Irpinia del 23 novembre 1980, dieci anni fa per il Trentesimo anniversario del tragico evento, essendo io legato a questo territorio perché originario di Bagnoli Irpino, creai questa medaglia così descritta nel brano seguente dallo scrittore, poeta, critico d’arte e giornalista irpino Ugo Piscopo e da lui pubblicato su “Il Mattino” di Avellino del 21 novembre 2012, pagg. 1-43 con il titolo “Patroni, la medaglia che racconta il terremoto, tragedia e promessa di vita”.

Vincenzo DIno Patroni

IL MATTINO del 21 novembre 2012

“…”Per la memoria storica del terremoto in Irpinia-23 novembre 1980,” dove si rappresenta il dramma dell’evento sotto forma di nodo materico centralmente percorso da un diagramma sismografico. Sotto la violenza dell’evento le opere dell’uomo vengono stritolate e ridotte in macerie. Accanto ad esse, a sinistra si propone il segno irrefutabile di un teschio, mentre a destra emerge un volto di donna segnato intimamente dal dolore. Ma dietro questa rappresentazione drammatica esplode la luce solare in tutta la sua potenza con promessa di vita, di gioia. Potrebbe essere questa un’occasione propizia a scambiarsi gli auguri tra l’Irpina e l’artista.

Ugo Piscopo


 

Commenti

Ti invitiamo a reastare in tema, essere costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Palazzo Tenta 39 si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.